Menu

  1. Langhe
  2. Barolo
  3. Barbaresco
  4. Roero
  5. Acquese e Ovadese
  6. Gavi e Tortonese
  7. Asti e Moscato
  8. Monferrato
  9. Torinese
  10. Alto Piemonte

Elogio del cavatappi a lame

  • Vota questo articolo
    (4 voti)
  • Pubblicato in Wine Days
  • Letto 13252 volte

Cavatappi a Lame

Dapprima diffidente sull'effettiva utilità dell'attrezzo, mi sono dovuto ricredere ed ora ne possiedo più d'uno, tra acquistati e ricevuti in regalo. Uno strumento indispensabile per chi ama bere vini maturi e qui in Langa certo non mancano. Tenetelo a portata di mano quando si superano i 10 anni e sceglietelo come cavatappi di preferenza per vini oltre i 20 anni.

 

Funzionamento cavatappi a lame

Necessita di una piccola dose d’esperienza (da farsi su bottiglie più giovani) dopodichè tutto verrà automatico e diverrete cintura nera dei tire-bouchons.

Ma ricordate che tutta la vostra abilità nell’aprire bottiglie decennali non vi metterà al riparo dalla scottante delusione per vini passati a miglior vita.

Cavatappi a lame in azione

Ultima modifica: Venerdì, 17 Gennaio 2014 12:55
Stefano Molino

Nato ad Alba e cresciuto nel Roero, ho mosso i miei primi passi tra i vigneti di famiglia, tra i boschi, gli alberi da frutto e la cantina. Placo la sete bevendo sia vini dal grande blasone sia vini sconosciuti, senza pregiudizi. Oggi lavoro come enotecario in quel di Alba. Negli anni è cresciuta la mia passione per il turismo enogastronomico, per i paesaggi vitivinicoli e chi li anima, mettendo nel bicchiere qualcosa di più di una bevanda alcolica. Oro olimpico in stappatura compulsiva, di ogni bottiglia conservo il tappo e i miei pensieri scritti sul blog www.winedays.it e su www.parliamodivino.com.

Website: www.winedays.it/
torna all'inizio

Chi Siamo

  • Il progetto Wine Pass
  • Lo staff
  • Contatti
  • Privacy Policy

Login or Register

  • Forgot your password?
  • Forgot your username?
  • Create an account