Menu

  1. Langhe
  2. Barolo
  3. Barbaresco
  4. Roero
  5. Acquese and Ovadese
  6. Gavi and Tortonese
  7. Asti and Moscato
  8. Monferrato
  9. Torinese
  10. Alto Piemonte

Unesco … nonostante tutto

  • Rate this item
    (3 votes)
  • Published in Wine Days
  • Read 11230 times
Langhe vista capannone Langhe vista capannone

È notizia di qualche giorno fa la promozione a patrimonio dell’umanità UNESCO delle colline di Langhe Roero e Monferrato, un vero successo.

Nonostante i capannoni (sempre più scheletri abbandonati per la crisi) che riempiono le fondovalli.

Nonostante i nuovi produttori che vendevano lavatrici fino a ieri e oggi comprano cantine storiche come fossero noccioline e ne fanno scempio.

Nonostante altri produttori, novelli parvenu talmente ricchi da aver perso il senso del limite e il gusto del bello: lasceranno in eredità cantine che sembrano astronavi aliene, opere faraoniche che sanno di finto più del compensato delle librerie IKEA.

Nonostante gli abbagli del modernismo spinto: nuovo è bello, giovane è bello, salvo poi accorgersi che – no scusate, ci siamo sbagliati –

Nonostante le mode, tutte, che cambiano col cambiar del vento. E chi ieri usava il napalm in vigna oggi è paladino del bio assoluto. Il bio soluzione di tutti i mali. Il bio che più bio non si può. Il bio, presto!

Nonostante i politici impreparati, sempre pronti a unirsi ad una delegazione per viaggiare spesati all’estero e incapaci di metter in piedi un evento decente qui da noi.

Nonostante tutto e tutti le colline ricoperte di filari e boschi sono lì, fragili e meravigliose, a ricordarci la grande bellezza dei luoghi in cui viviamo.

C’è bisogno di una svolta turistica del territorio. Lo hanno capito proprio tutti, quando lo faremo noi?

Last modified onThursday, 26 June 2014 13:11
Stefano Molino

Nato ad Alba e cresciuto nel Roero, ho mosso i miei primi passi tra i vigneti di famiglia, tra i boschi, gli alberi da frutto e la cantina. Placo la sete bevendo sia vini dal grande blasone sia vini sconosciuti, senza pregiudizi. Oggi lavoro come enotecario in quel di Alba. Negli anni è cresciuta la mia passione per il turismo enogastronomico, per i paesaggi vitivinicoli e chi li anima, mettendo nel bicchiere qualcosa di più di una bevanda alcolica. Oro olimpico in stappatura compulsiva, di ogni bottiglia conservo il tappo e i miei pensieri scritti sul blog www.winedays.it e su www.parliamodivino.com.

Website: www.winedays.it/
back to top

Login or Register

  • Forgot your password?
  • Forgot your username?
  • Create an account